Rotastyle

La Polonia è pronta ad accogliere nuove sfide

Il 22 e il 23 novembre 2019 si è svolto in Polonia il Funeral Forum organizzato dalla rivista Omega: un importante momento di confronto per un settore sempre più al passo con i tempi.

Il Funeral Forum che si è tenuto nella bella città polacca di Poznań, quest’anno ha contato 72 rappresentati dell’industria produttiva e molti impresari funebri provenienti da tutta la Polonia.

Si è trattato della terza edizione di questo evento e, fino ad ora, la più frequentata. A detta dei partecipanti è stata una edizione di svolta, dove si è assistito a dibattiti fondamentali per il settore e dove sono state presentate numerose soluzioni innovative. Esperti hanno condiviso il loro know-how mentre i partecipanti sono stati coinvolti a vari livelli nelle discussioni o in esercitazioni pratiche.

I workshop, parte integrante dell’evento, si sono incentrati sulle  tecniche di marketing fornendo utili strumenti e nuovi stimoli per aumentare e migliorare la vendita di prodotti e servizi, costruire un proprio brand e rendere più efficaci le azioni nel campo del business funerario. I consulenti sono stati di grande aiuto nel guidare i partecipanti nelle sessioni di training. Un’occasione di formazione ma anche di altri benefici, come gli speciali sconti offerti dalle aziende partner della manifestazione.

Tra gli argomenti dei convegni sono stati affrontati alcuni aspetti legati al lutto e il ruolo delle case funerarie nel gestire queste difficili situazioni. Tra i relatori presente anche Anja Frantczak, studiosa di primo piano delle tematiche della morte e del lutto in Polonia. Si è parlato anche di come approcciare un cliente difficile e di come condurre una trattativa d’affari. È stato inoltre dedicato un focus a professioni particolari, quali il tecnico specializzato in autopsie e il tanatoprattore, da cui è emersa la mancanza di una educazione nel settore specifico della tanatoprassi: c’è una forte richiesta in Polonia di questo tipo di professionalità che si deve confrontare con un numero esiguo di specialisti.

Le nuove tecnologie sono state parimenti al centro della due giorni di Poznań: software gestionali per le imprese funebri, soluzioni informatiche per trasmissioni di documenti, lapidi integrate con sistemi NFC per ricordare la persona scomparsa, internet marketing, strumenti che aiutano a crearsi una buona reputazione sul web… Le opportunità offerte al settore funerario dalla trasformazione digitale sono tantissime e hanno riscosso grande interesse.

La manifestazione ha visto anche una piccola mostra di lavori selezionati tra quelli inviati dagli studenti dell’Accademia d’Arte di Szczecin. Tra i progetti presentati hanno attratto l’attenzione i prototipi di urne che seguono le tendenze ricercate da un mercato in grande evoluzione. Per quanto riguarda l’innovazione i ragazzi hanno dimostrato la possibilità di creare un ologramma della persona deceduta o di vedere, attraverso un’attività termica, il contenuto di un’urna cineraria. Dai giovani è emerso anche il bisogno di coltivare la memoria dei nostri cari e di stare in contatto con la natura proponendo soluzioni alternative di sepoltura, che al momento non sono permessi dalla legge polacca ma che rivelano ciò che le nuove generazioni ricercano e si aspettano.

Sotto molto punti di vista il Funeral Forum 2019 è stato un incontro di alto livello, una fonte di ispirazione e un importante momento di relazioni sia lavorative che umane. I partecipanti hanno messo in luce come sia giunto il tempo di una approfondita analisi e di nuove idee, tanto che è già prevista una nuova edizione nel 2020, le cui date saranno rese note a breve sul sito www.funeralforum.pl
 
Katarzyna Supa


Biemme Special Cars

Abbattitore Salme - Coccato e Mezzetti

GEM MATTHEUS - Creamazinoe animale

Rotastyle - L'arte del prezioso ricordo

STUDIO 3A - Risarcimento Assicurato SRL

TANEXPO

Infortunistica Tossani

Alfero Merletti - Studio Legale

Scrigno del Cuore