Rotastyle

La Metis di Biemme Special Cars

Un occhio di riguardo al nostro futuro...ecocompatibile

È la regina del mercato, l’autofunebre che, attualmente, è in cima alla lista dei desideri degli Impresari Funebri che vogliono connotare la propria attività nel segno della modernità e della qualità assoluta.
Abbiamo imparato a conoscerla bene, la Metis di Biemme Special Cars, fin dal momento in cui è stata presentata a Tanexpo 2010: la prima autofunebre allestita sul telaio della neonata Classe E Mercedes Benz può davvero essere considerata un “prodotto di rottura”, nuovo nel concept e completamente diverso da ogni altra soluzione: si propone con linee rinnovate che si fanno notare immediatamente e con un design imponente ed armonioso, molto bene raccordato con l’abitacolo. Tutti i particolari sono curati nei minimi dettagli e le finiture sono di altissimo livello. Le dimensioni sono da ammiraglia e si superano i 6 metri di lunghezza, ma pur così grande la vettura non perde alcunché in eleganza. Le evidenti muscolature della fiancata, che delineano i passaruota posteriori, le danno slancio e le conferiscono una linea molto ricercata e di grande impatto visivo. Altra importante innovazione è quella relativa agli interni del vano feretro, in termini estetici e di praticità: l’allestimento è inappuntabile e l’ambiente è caldo, accogliente e spettacolare, capace di esaltare l’importanza di ogni cofano funebre, anche di quelli fuori misura.
Proprio gli interni, unanimemente definiti bellissimi, sono anche ricchi di particolari produttivi esclusivi che li rendono davvero all’avanguardia e sensibili all’ambiente: i materiali, leggeri, rigidi e resistenti, rappresentano una evoluzione delle comuni materie plastiche fino ad oggi usate da tutti i costruttori e possono essere riutilizzati una volta concluso il loro primo ciclo di vita; l’adozione di innovative tecniche di lavorazione consente di raggiungere una maggiore flessibilità nella creazione delle campionature, di migliorare la produttività e la qualità, di salvaguardare l’ambiente riducendo i consumi della produzione; la monoscocca interna ed i suoi componenti sono tutti pressofusi da un unico stampo in tinta che quindi, oltre alla uniformità delle linee, garantisce l’invisibilità di eventuali graffi che si dovessero creare, l’indeformabilità nel tempo e l’inalterabilità dei colori. Tutti i materiali usati per il vano feretro sono ecocompatibili, così come avviene anche per la maggior parte dei cruscotti per auto e per intere carrozzerie delle più comuni marche di case automobilistiche.
Ricordiamo che gli interni della Metis sono proposti in cinque versioni, Executive, Steel Design, Leather Design, Top Marbled Design e Top Crystal Design, con ampie possibilità di personalizzare i colori. La motorizzazione, con i suoi 204 cavalli, regala prestazioni elevate e consumi molto contenuti che la rendono adatta ad ogni tipo di utilizzo nel comfort più assoluto. L’assoluta affidabilità, la sicurezza e l’economicità emergeranno nel tempo, giorno dopo giorno.
 
Sara Martini

Biemme Special Cars

Abbattitore Salme - Coccato e Mezzetti

GEM MATTHEUS - Creamazinoe animale

Rotastyle - L'arte del prezioso ricordo

STUDIO 3A - Risarcimento Assicurato SRL

TANEXPO

Infortunistica Tossani

Alfero Merletti - Studio Legale

Scrigno del Cuore