Due importanti appuntamenti internazionali

La partecipazione di Tanexpo 2020 ai Saloni espositivi di Stoneleigh Park (Inghilterra) e Kielce (Polonia).

Maggio e giugno sono tradizionalmente i mesi in cui si tengono diverse fiere del settore funerario in Europa. Quest’anno, oltre alla spagnola Funermostra di cui vi abbiamo dato conto qualche pagina addietro, è stata la volta anche della britannica NFE e della polacca Necroexpo, entrambe parte del programma di promozione di Tanexpo.

NFE - Stoneleigh Park, Inghilterra, 7-9 giugno

L’appuntamento biennale con la National Funeral Exhibition si è tenuto come di consueto nel centro espositivo di Stoneleigh Park, nel cuore della campagna inglese, non  lontano da Birmingham, città a forte vocazione industriale. Una zona interessante sotto molti aspetti, da quello economico a quello paesaggistico e turistico, dove risiede una popolazione multietnica che si esprime al meglio nel settore della ristorazione con un’ampia offerta di locali dove poter gustare ottimi piatti della tradizione indiana che da quelli parti hanno facilmente avuto la meglio su quelli non propriamente rinomatissimi della cucina locale.

La fiera, organizzata dalla scorsa edizione direttamente dall’Associazione Nazionale dei Funeral Directors (NAFD), si è confermata un pieno successo; i due padiglioni sono stati sold out già con notevole anticipo, tanto che il presidente David Barrington ha già annunciato che per l’edizione 2021 l’area espositiva sarà ampliata con un terzo padiglione.

Oltre 200 gli espositori presenti, tra cui diverse aziende estere. Anche se il numero degli stranieri è stato abbastanza circoscritto, si può tuttavia affermare che questa del 2019, fra tutte le edizioni a cui abbiamo partecipato, è stata la più internazionale di sempre. Accanto a produttori prevenienti da Olanda, Germania, Stati Uniti e Spagna, non poteva mancare la presenza di eccellenze italiane: dagli efficienti impianti di cremazione della Vezzani Cremation, alle urne di alto design di Fenicetek ai carri funebri firmati Pilato, un marchio oramai affermato a livello mondiale, e per la prima volta, in mostra anche le auto di Vecotras.

I 4.500 visitatori che hanno frequentato le tre giornate di manifestazione hanno avuto l’opportunità di confrontarsi con una gamma completa di prodotti ed ammirare tante novità e curiosità. Tra le prime vogliamo citare le auto funebri elettriche di Brahms. A loro si deve anche l’iniziativa “The Climate Wall”, un lungo pannello con domande relative all’emergenza dei mutamenti climatici in atto a cui il pubblico ha potuto rispondere esprimendo i propri pensieri su colorati post-it.
Diverse le trovate che definiamo “folkloristiche” per sdrammatizzare l’argomento morte con il tipico humor inglese: carri funebri coloratissimi o elaborati su mezzi a tre ruote (tipo Apecar, per intenderci!) o addirittura, per i nostalgici dell’America di Easy Rider, su una moto modello chopper; cofani in vimini o glitterati, oppure personalizzati nei modi più impensabili con loghi, immagini di ogni genere, motivi floreali o astratti, o anche con una sequenza completa di foto della vita del defunto. Notevole infine la presenza della gioielleria commemorativa, molto diffusa all’estero e ancora poco presente in Italia.

L’organizzazione ha assicurato un’assistenza costante agli espositori con una squadra di ragazzi sempre a disposizione per risolvere qualsiasi criticità, una iniziativa che non è passata inosservata e che è stata molto apprezzata. Particolare attenzione è stata rivolta anche agli impresari in visita con le famiglie, garantendo servizi e attività per i bambini.

La NFE è stata anche l’occasione per Fiat/Ifta (l’associazione mondiale dei professionisti del funerario) di tenere a Birmingham il 50° meeting del Consiglio internazionale dei Direttori e la conferenza nazionale degli associati.

Necroexpo - Kielce, Polonia, 14-16 giugno

Ad una settimana di distanza e a 2000 chilometri a sud-est di Stoneleigh, si è tenuta a Kielce Necroexpo, la fiera funeraria polacca, giunta alla sua ottava edizione, ospitata nell’innovativo quartiere fieristico della città che rappresenta il secondo polo espositivo della Polonia e che, grazie alla lungimiranza e alla dinamicità dei dirigenti, dispone di strutture eccellenti dal punto di vista logistico ed architettonico che si incrementano di anno in anno.

Kielce, è situata a metà strada sull’arteria principale che collega Varsavia, la capitale attuale, a Cracovia, l’antica capitale. Una posizione geografica importante, che fa sì che la città stia vivendo un grande momento di sviluppo, grazie anche all’efficienza e alla modernità del suo centro espositivo, anche se d’altro canto va evidenziata la mancanza dell’aeroporto, una condizione che può sicuramente porre un freno agli scambi.

In ogni caso c’è d considerare che la Polonia, dal un punto di vista economico, in questi anni è in cima alle classifiche di crescita dell'Unione Europea con un PIL in costante rialzo: 3,28% nel 2014, 3,84% nel 2015, 3,86% nel 2016, 4,55% nel 2017. E tutto ciò in concomitanza con un calo della disoccupazione. Dal 2014 i livelli di disoccupazione si attestano al di sotto di quelli dell'intera EU: nel 2017 l'indicatore in Polonia ha registrato un tasso del 4,9%. Una stabilità che terrà al riparo l’economia polacca anche in futuro, tanto che le stime indicano una crescita del PIL per il 2018 del 4,6% e del 3,8% nel 2019 con una disoccupazione ulteriormente in calo.

Il profilo del mercato polacco si è sostanzialmente modificato positivamente nel giro di pochissimi anni. Un impulso che coinvolge tutti i settori economici, non escluso quello del funerario. Per questo motivo riteniamo importante partecipare agli eventi che si tengono in questo Paese e da diversi anni è stato avviato un rapporto dicollaborazione tra Tanexpo e gli organizzatori di Necroexpo per garantire la presenza di delegazioni di buyers polacchi alla fiera di Bologna.

Nel complesso Necroexpo 2019 si è mantenuta sui livelli della scorsa edizione. Anche se abbastanza contenuta nei numeri, si pone comunque come centro di scambio di primaria importanza per il settore. L’assenza dello scalo aereo non ha scoraggiato gli operatori esteri in visita, dal momento che si è registrata una significativa partecipazione di professionisti russi ed ucraini, in aggiunta, ovviamente, ai numerosi operatori nazionali.

Tra gli espositori non sono mancati gli italiani che hanno capito l’importanza di questo mercato. Da segnalare la presenza ormai costante di Pilato, l’azienda trevigiana di autotrasformazioni conosciuta in tutto il mondo, che in Polonia trova grandi risultati per la qualità intrinseca ed indiscussa delle sue realizzazioni e per l’eccellente azione commerciale dei suoi rappresentanti. Significativa anche la partecipazione di Tiesse che con i propri prodotti e gadget offre sempre grande motivo di curiosità. Presenti anche i forni crematori della Gem Matthews a conferma che anche questo Paese di forte matrice cattolica si sta aprendo ad una mentalità moderna. Ultima, ma non meno importante, l’ampia proposta di cofani della veronese Ferrari.

Il moderno Centro Congressi, attivo da un paio di anni che arricchisce il quartiere fieristico di Kielce di una importante struttura, ha ospitato la consueta cena di gala con oltre 250 invitati. Una serata raffinata che ha fatto seguito al tradizionale barbecue tenutosi il giorno prima in un clima “casual” negli ampi spazi esterni dei padiglioni. Due ottime occasioni per socializzare, grazie anche alle abbondanti vivande e all’ottima birra, oltre all’immancabile vodka, apprezzata da molti.

Concludiamo ringraziando le autorità e gli organizzatori per l’eccellente accoglienza, che certamente sapremo ricambiare a Bologna.
 
Stefano Montaguti


Biemme Special Cars

Abbattitore Salme - Coccato e Mezzetti

GEM MATTHEUS - Creamazinoe animale

Rotastyle - L'arte del prezioso ricordo

STUDIO 3A - Risarcimento Assicurato SRL

GIESSE

Infortunistica Tossani

Alfero Merletti - Studio Legale

Scrigno del Cuore

Tanexpo