Spesso, in passato, ci siamo soffermati a considerare quali siano le reali valenze di una manifestazione espositiva, quali ricadute le fiere specializzate producano, da un punto di vista economico, sui settori direttamente interessati, quali contributi concreti offrano alla evoluzione e allo sviluppo dell'intero comparto di riferimento.
In questi mesi viviamo, un po' ovunque, il rapido succedersi di fiere del settore funerario e cimiteriale (Brasile, Russia, Austria, Stati Uniti, Francia, Messico) che culminerà, la prossima primavera, nella realizzazione di Tanexpo 2004, manifestazione ormai unanimemente considerata, in tutto il mondo, fra le piĆ¹ prestigiose e conosciute.
A tutte queste fiere noi siamo stati e saremo presenti. A tutte le latitudini, in tutte le diverse realtà economiche, sociali e culturali, abbiamo potuto constatare come questi eventi si rivelino indispensabili momenti di incontro e di confronto, utilissimi strumenti di crescita, sedi ideali per discutere e per elaborare proposte concrete e definitive.
Scriviamo queste note nei giorni immediatamente successivi allo svolgimento di Necropolis 2003, che ha avuto luogo a Mosca all'inizio di ottobre. Qui è stato possibile constatare come la manifestazione sia molto cresciuta, negli ultimi anni, grazie all'impegno globale di tutto il sistema produttivo che si è concretizzato nella creazione di nuove aziende, nella maggiore attenzione dedicata alla qualità ed al design, nell'utile scambio di know out che l'apertura dei mercati e l'intensificarsi delle relazioni commerciali internazionali hanno naturalmente comportato. Qui è stato possibile constatare, ancora una volta, come l'Italia, nel caso specifico Tanexpo, sia considerata un fondamentale punto di riferimento. Lo testimonia la partecipazione del presidente di Tanexpo, Nino Leanza, ad un importante appuntamento convegnistico istituzionale nel quale è stato invitato a rappresentare l'imprenditoria del comparto funerario e cimiteriale del nostro Paese. Di questo convegno vi daremo ampio resoconto nel prossimo numero di Oltre Magazine, ma vogliamo anticiparvi come siano emersi, per il mondo imprenditoriale italiano, non solo ampi consensi per la qualità e per il design dei nostri prodotti, ma, soprattutto, precise richieste di parternariato per instaurare rapporti industriali destinati a soddisfare le richieste del mercato interno.
Il compito di un organizzatore fieristico deve anche essere quello di far nascere e di sviluppare opportunità per quel mondo produttivo del quale si è conquistato la fiducia. Fiducia che, per essere giudicata ben riposta, deve trovare un interlocutore certamente capace di intuire gli scenari futuri, di cogliere e di interpretare necessità ed esigenze del mondo commerciale, di investire in promozione ed in strumenti operativi efficaci, di interagire costruttivamente con quei soggetti che, per la propria natura istituzionale, sono in grado di bene rappresentare e determinare contenuti, strategie, linee guida, programmi scientifici.
Per consolidare e per cementare questo rapporto con il mondo imprenditoriale e per rinnovare, ancora una volta, il proprio impegno al servizio di tutte le categorie del comparto, Tanexpo, con Oltre Magazine, parteciperà attivamente a quattro incontri territoriali, dei quali troverete notizia nelle pagine successive, con il proposito di individuare e di raccogliere ulteriori elementi essenziali per meglio determinare obiettivi e contenuti per la manifestazione della prossima primavera.
Buona lettura a tutti!

Biemme Special Cars

Abbattitore Salme - Coccato e Mezzetti

Rotastyle - L'arte del prezioso ricordo

STUDIO 3A - Risarcimento Assicurato SRL

GIESSE

Infortunistica Tossani

Alfero Merletti - Studio Legale

Scrigno del Cuore

Tanexpo