Costituita L'Associazione Case Funerarie - Funeral Home

La vera eccellenza funeraria

È stata ufficialmente presentata a Bologna, in due diversi momenti rispettivamente dedicati agli Operatori Funerari e all’opinione pubblica, la prima Associazione che riunisce le Case Funerarie sul territorio nazionale. Costituita per volontà di quattro intraprendenti imprenditori (Leonardo Brunori, Alcide Cerato, Gianni Gibellini e Alessio Salvato, in ordine rigorosamente alfabetico), la EFI, Eccellenza Funeraria Italiana, intende riunire e valorizzare le Imprese Funebri cui fanno riferimento le Case Funerarie che rispondono a standard qualitativi eccellenti in termini di servizi erogati e di prodotti utilizzati.
“Sgombriamo subito il campo da ogni possibile equivoco”, afferma Gianni Gibellini che di EFI è il Presidente. “La nostra Associazione non vuole assolutamente sostituirsi alle due storiche Federazioni, Feniof e Federcofit, ma desidera interagire con esse, ogni qualvolta sarà possibile, su qualsiasi problematica attiene direttamente l’attività di chi, come noi, ha investito ingenti risorse umane ed economiche per dar vita a strutture che rappresentano il futuro della funeraria. Riteniamo che il dialogo ed il confronto con chi, da molti anni, si adopera per tutelare gli interessi delle imprese di onoranze funebri possa imprimere una svolta ai tanti progetti, normativi e di sviluppo professionale, che vorremmo vedere velocemente approvati. Se poi questo dovesse portare un giorno ad una aggregazione unica, forte, compatta e decisamente rappresentativa non potremo che esserne lieti. Abbiamo voluto far coincidere con Tanexpo il nostro esordio poiché riteniamo la rassegna il palcoscenico più prestigioso per dare visibilità alla nostra azione, ma soprattutto perché condividiamo totalmente gli obiettivi di innovazione, di modernizzazione e di qualità che la manifestazione persegue. La perfetta identità di vedute ed un accordo di collaborazione che si protrarrà negli anni sono per noi garanzia di essere partiti con il piede giusto! Adesso inizieremo a lavorare con impegno, con serietà e con determinazione: nei prossimi mesi intendiamo aggregare tutti coloro che, nel nostro Paese, hanno già dato vita a strutture per il commiato”.
Entusiasta dell’esperienza vissuta a Tanexpo anche Alcide Cerato, altro “padre nobile” della neonata Associazione. “È stato un evento di fortissimo impatto grazie alla professionalità con cui è stato costruito e alla presenza dei leader mondiali del comparto. La notevole quantità di visitatori ha, del resto, confermato tale dato di fatto. Le aziende più qualificate hanno presentato interessanti novità soprattutto per quanto riguarda le vetture funerarie. Il made in Italy è stato valorizzato, ma anche gli espositori stranieri hanno fatto la propria parte. Eccome! L’elemento più importante e più significativo è stato proprio la marcata impronta internazionale, caratteristica peculiare di Tanexpo e solo di Tanexpo. L’eccezionale afflusso di pubblico, ben al di sopra di ogni più rosea aspettativa, si è dimostrato elemento di indiscutibile valore. Confrontandomi con tantissimi colleghi ho recepito qualche difficoltà in molte Imprese di Onoranze Funebri per impreparazione, per inadeguatezza di alcuni operatori e per l’attuale congiuntura economica che si rivela pesante per tutti. La necessità, quindi, di una nuova legge funeraria che metta un po’ d’ordine nel comparto si fa particolarmente sentire. Si è finalmente imposto il concetto di Casa Funeraria in cui probabilmente risiede una delle principali vie di uscita dai problemi attuali. Poco importa che esse siano piccole o grandi. Ciò che conta è la dignità di un servizio che solo in tali strutture può essere fornito e che costituisce per i dolenti un conforto ed un aiuto psicologico fondamentali in tali tristemente difficili situazioni. Abbiamo dato vita ad EFI proprio perché intendiamo procedere a passo spedito sulla strada della modernizzazione e delle riforme”.
Il pensiero di Cerato è totalmente condiviso da Alessio Salvato, vice Presidente di EFI, e da Leonardo Brunori, Segretario e Tesoriere.
Nel muovere i primi passi, EFI è stata protagonista a Bologna grazie allo spazio istituzionale dedicato alla Casa Funeraria e alla partecipazione diretta di Terracielo Funeral Home e dell’Impresa San Siro, mete della visita di moltissimi operatori ed oggetto di grande interesse da parte delle delegazioni straniere che hanno così potuto apprezzare nei dettagli lo stile e la professionalità del modello italiano. Gibellini, Cerato e Brunori sono anche intervenuti all’affollatissimo incontro promosso da Oltre Magazine e dedicato ad analizzare, grazie alla testimonianza dell’Avv. Alberto Fachinetti, le azioni intraprese a Milano per contrastare le modalità con cui il Comune promuove i così detti “funerali a prezzi calmierati”. L’occasione si è rivelata utile anche per un primo confronto con le Federazioni, ma soprattutto per ascoltare l’opinione di tanti impresari “indipendenti” che hanno così potuto esprimere idee, proposte e suggerimenti che certamente saranno tenuti in gran conto.
 
Nara Stefanelli


Bergamo - Cedesi Forno Crematorio per Animali

Biemme Special Cars

Abbattitore Salme - Coccato e Mezzetti

Car Fibreglass

Rotastyle - L'arte del prezioso ricordo

STUDIO 3A - Risarcimento Assicurato SRL

GIESSE

Infortunistica Tossani

Alfero Merletti - Studio Legale

Scrigno del Cuore

Tanexpo