I Corsi della Scuola Superiore di Formazione

SVILUPPARE L'ECCELLENZA FUNERARIA ITALIANA

Prosegue a ritmi particolarmente intensi l’attività della Scuola Superiore di Formazione per la Funeraria che, in attesa di presentare a Tanexpo 2012 un proprio Catalogo ricco di nuove proposte e di nuove opportunità, ha in questi mesi messo in atto, presso diverse prestigiose realtà italiane, corsi specialistici sulla tanatoestetica e sulla cerimonia di commiato.
Terracielo Funeral Home a Modena e la Casa Funeraria San Siro a Milano, due strutture di eccellenza che, per l’ottima dotazione tecnologica e per la perfetta organizzazione degli spazi tecnici, rappresentano sedi ideali per erogare una formazione di elevatissimo livello, hanno ospitato due edizioni di “Nuovi Gesti - la figura professionale del tanatoprattore”, il format dedicato alla tanatoestetica. Supportata dall’efficacia di attrezzature e di prodotti messi a disposizione da Ceabis, Karine Pesquera, docente francese le cui credenziali scientifiche la rendono figura di assoluto riferimento a livello internazionale, ha fornito ai molti operatori presenti strumenti idonei a rispondere adeguatamente alle richieste delle famiglie, pur con i limiti imposti dall’attuale situazione legislativa del nostro Paese che, non riconoscendo ancora la tanatoprassi nella sua accezione totale, rende però possibile una evoluta tanatoestetica. I discenti hanno potuto mettere subito in atto le nozioni teoriche e le tecniche operative apprese dando così concretezza immediata ad una qualificazione professionale di grandissimo valore pratico ed etico. Le tecniche proposte e sperimentate sul campo da tutti i partecipanti hanno risposto a tre obiettivi primari (la disinfezione, la conservazione e il ripristino) per preservare, in condizioni di massima sicurezza, l’aspetto della salma per il periodo necessario al commiato curandone una presentazione estetica in grado di eliminare anche le deturpazioni create da traumi o da ferite.
I corsi sulla tanatoestetica hanno destato grande interesse fra i media nazionali ed internazionali: ne sono testimonianza i numerosi articoli apparsi sulla stampa generalista e le riprese effettuate a Modena, presso Terracielo Funeral Home, da una troupe della televisione svizzera e da alcune emittenti regionali che hanno mandato in onda dettagliati reportage sull’argomento.
Hera Servizi Funerari di Bologna, invece, per volontà del direttore Giuseppe Coppola, ha inteso far svolgere presso la propria sede un corso aziendale sulla cerimonia in grado di far maturare nuove esperienze a tutti i dipendenti. Dieci pomeriggi di lavoro hanno visto quindici partecipanti impegnati su un programma ricco e articolato, volto a sviluppare capacità utili a meglio organizzare e gestire il momento del commiato. La metodologia utilizzata, che affiancava una sperimentazione attiva, il “laboratorio”, ad una parte teorica, ha permesso agli iscritti di mettersi in gioco in maniera reale, arrivando a focalizzare e a risolvere bisogni formativi personali. Guidati dalle competenze di professioniste specializzate nella relazione di aiuto, i presenti hanno potuto disporre di strumenti che hanno consentito loro di aumentare la propria consapevolezza e di ampliare un bagaglio professionale orientato ad un sempre più efficace svolgimento di prestazioni e di servizi di qualità.
Le aumentate esigenze espresse da una collettività che vive l’esperienza della morte con una maggiore propensione a personalizzare l’omaggio al defunto ed il successivo commiato rendono indispensabile per l’Operatore Funerario una adeguata conoscenza di nozioni teoriche e di tecniche operative in grado di consentirgli un migliore approccio con la famiglia in lutto e una più corretta gestione della cerimonia. Il laboratorio formativo “Nuovi sguardi - la figura professionale del Cerimoniere” intende:
  • contribuire alla formazione di una nuova figura professionale;
  • dare informazioni culturali sulla tanatologia nei suoi aspetti interdisciplinari;
  • trasmettere consapevolezza dell’aiuto alla famiglia nel proprio servizio;
  • analizzare i filtri che interferiscono nella relazione di aiuto agli altri;
  • identificare le funzioni psicologiche del rito;
  • impostare e gestire correttamente la cerimonia del commiato;
  • apprendere i linguaggi della ritualità;
  • gestire le interferenze e le interruzioni per non penalizzare i congiunti;
  • equilibrare la contraddizione esistente tra “tempo cronologico” e “tempo psicologico”.
Prossimi appuntamenti della Scuola Superiore di Formazione per la Funeraria saranno un corso sulla tanatoestetica, a dicembre, ed uno sulla cerimonia, a partire da fine gennaio 2012, presso Terracielo Funeral Home. In primavera, poi, prenderanno il via nuovi percorsi incentrati sulla decorazione floreale funeraria, sulla qualità dei servizi funebri, sulla sicurezza, l’ambiente e il marketing per le imprese. Un ventaglio di proposte che certamente soddisferanno le aspettative di tutti gli operatori che vogliono davvero contraddistinguersi come l’eccellenza funeraria italiana.
 
Nara Stefanelli


Bergamo - Cedesi Forno Crematorio per Animali

Biemme Special Cars

Abbattitore Salme - Coccato e Mezzetti

Car Fibreglass

Rotastyle - L'arte del prezioso ricordo

STUDIO 3A - Risarcimento Assicurato SRL

GIESSE

Infortunistica Tossani

Alfero Merletti - Studio Legale

Scrigno del Cuore

Tanexpo