Case Funerarie

Un nuovo progetto di "eccellenza"

Interrogarsi sui riti funebri oggi in Occidente significa indagare il rapporto con una società complessa, in gran parte secolarizzata, plurale dal punto di vista culturale, etnico e religioso. Una società non riconducibile ad altre che la hanno preceduta e di cui, pertanto, bisogna comprendere le specifiche esigenze: ecco quindi che le Case Funerarie, rispondendo ai mutamenti intercorsi in termini di valori e di consuetudini, assumono valenze significative ed importanti sotto molteplici aspetti di ordine pratico, comportamentale, etico e psicologico.
Gli obitori degli ospedali (e delle case di cura e di riposo per anziani), sovente confinati in ambienti angusti, degradati e poco fruibili, acuiscono il disagio e il dolore dei familiari, disagio e dolore che vengono spesso amplificati da comportamenti poco professionali, se non addirittura scorretti, di alcuni operatori. Gli appartamenti moderni, soprattutto nei grandi contesti urbani, non consentono, per dimensioni, di dedicare uno spazio adeguato all’allestimento di una camera ardente: anche in questo caso disagio e sofferenza dei congiunti vengono esasperati. La scomparsa di una persona cara, quella improvvisa e quella in qualche maniera annunciata da una malattia, vengono egualmente vissute come un evento traumatico e necessitano di un idoneo supporto psicologico e della migliore assistenza tecnica e logistica negli adempimenti da compiere, prima ancora che nella elaborazione del lutto. Le diverse concezioni ideologiche e religiose, proprie di una società che sempre più tende ad una multietnicità, rendono necessaria l’identificazione di un luogo utile ad ospitare adeguatamente atti di ossequio e cerimonie di commiato che permettano di vivere con intensità il tempo del dolore, in una dimensione di umanità e di profondo rispetto per sentimenti, affetti, ricordi.
Ispirata anche da tali considerazioni, verrà ufficialmente avviata il 15 ottobre una nuova iniziativa promossa dal Centro Studi Oltre in collaborazione con il Dipartimento di Architettura dell’Università di Bologna e con EFI - Eccellenza Funeraria Italiana - l’Associazione che intende aggregare e tutelare le tante Case Funerarie che vanno diffondendosi nel nostro Paese. Il progetto si avvarrà della partecipazione di professionisti e di aziende che hanno maturato nel tempo particolari conoscenze ed esperienze: obiettivo è quello di offrire agli Operatori italiani che intendono dar vita a questa tipologia di strutture una consulenza globale su molteplici aspetti (studio di fattibilità, progettazione, rilascio delle autorizzazioni, piano finanziario, realizzazione,…) valutando di volta in volta, in base alle diverse esigenze rappresentate, il livello di intervento.
È indispensabile affermare un modello italiano di Casa Funeraria in piena e perfetta sintonia con i valori culturali, sociali e professionali che contraddistinguono le Imprese del nostro Paese. Non a caso abbiamo parlato di Imprese. Coloro i quali pensano concretamente di intraprendere tale percorso non possono essere confusi con i tanti improvvisati che agiscono nel comparto creando spesso disagi alle famiglie e nuocendo sempre all’immagine della categoria di fronte all’opinione pubblica: sono imprenditori che credono fermamente nel proprio lavoro sul quale investono ingenti risorse umane ed economiche per dar vita a strutture che rappresentano il futuro e nelle quali probabilmente risiede una delle principali vie d’uscita dai problemi attuali. Poco importa che le case funerarie siano piccole o grandi. Ciò che conta è la dignità di un servizio che solo in esse può essere fornito e che costituisce per i dolenti un conforto ed un aiuto psicologico fondamentali in tali tristemente difficili situazioni.
 
Nara Stefanelli


Bergamo - Cedesi Forno Crematorio per Animali

Biemme Special Cars

Abbattitore Salme - Coccato e Mezzetti

Car Fibreglass

Rotastyle - L'arte del prezioso ricordo

STUDIO 3A - Risarcimento Assicurato SRL

GIESSE

Infortunistica Tossani

Alfero Merletti - Studio Legale

Scrigno del Cuore

Tanexpo