Progetti innovativi e di elevato livello

Proposti dalla Scuola Superiore di Formazione per la Funeraria

È stata particolarmente intensa l’attività svolta in questi ultimi mesi dalla Scuola Superiore di Formazione per la Funeraria che, dopo aver presentato a Tanexpo il nuovo catalogo formativo per il biennio 2014/2015, ha dato vita ad una serie di appuntamenti prevalentemente incentrati su un modulo che, a giudicare dalle moltissime richieste pervenute in Segreteria, riscuote grandissimo consenso fra gli operatori italiani, quello sulla tanatoestetica.
Affidato ad un nuovo prestigioso docente, il Prof. Javier Eduardo Chavez Inzunza, il Corso “Nuovi Gesti - la figura professionale del Tanatoprattore” si è svolto con cadenza mensile presso Terracielo Funeral Home, la struttura modenese che, per l’ottima dotazione tecnologica e per la perfetta organizzazione degli spazi tecnici, rappresenta la sede ideale per erogare una formazione di elevatissimo livello. Chavez Inzunza è un noto tanatoprattore spagnolo: socio fondatore della International Academy of Thanatotechnologicial Studies (ente riconosciuto da Fiat-Ifta e da Iats), ha conseguito le proprie specializzazioni in Spagna (Universidad de Salamanca – Universidad Rey Juan Carlos) e in Francia (Institut Français de Thanatopraxie). Supportato dall’efficacia di attrezzature e di prodotti messi a disposizione da Ceabis, ha fornito ai partecipanti strumenti idonei a rispondere adeguatamente alle richieste delle famiglie consentendo loro di mettere subito in atto le nozioni teoriche e le tecniche operative apprese e dando così concretezza immediata ad una qualificazione professionale di grandissimo valore pratico ed etico. I metodi proposti e sperimentati sul campo rispondono a tre obiettivi primari (la disinfezione, la conservazione e il ripristino) per preservare, in condizioni di massima sicurezza, l’aspetto della salma per il periodo necessario al commiato curandone una presentazione estetica in grado di eliminare anche le deturpazioni create da traumi o da ferite.
È stato anche realizzato un modulo specificatamente orientato al personale sanitario che opera all’interno delle camere mortuarie ospedaliere. Sono sotto gli occhi di tutti i limiti che sovente, in diverse zone d’Italia, emergono nella preparazione delle salme in ambito delle case di cura e di riposo, non per incapacità o per cattiva volontà del personale preposto, ma per limiti formativi legati ad una insufficiente preparazione teorica e pratica: obiettivo del corso è stato quindi quello di fornire conoscenze ed esperienze legate alle tecniche più innovative e ai materiali più idonei per ottenere risultati che, non è un luogo comune, aiutano a presentare meglio il defunto consentendo alle famiglie un distacco più “dolce” che si ripercuoterà favorevolmente anche nella successiva elaborazione del lutto.
Il nuovo Catalogo proposto dalla Scuola, rinnovato ed arricchito rispetto al passato, propone tanti nuovi format in grado di offrire agli operatori funerari e cimiteriali, e non solo ad essi, strumenti ed opportunità per meglio poter sviluppare le proprie capacità professionali al servizio della collettività.
Un accordo di collaborazione stipulato con ANFA – Agenzia Nazionale per la Formazione Avanzata, di Torino, darà vita dopo la pausa estiva alla erogazione della formazione obbligatoria per gli operatori del Piemonte che dovranno ottemperare a quanto previsto dalla nuova Legge Regionale sulla materia funeraria.
Un progetto inedito saranno le Giornate di approfondimento sulla Casa Funeraria in cui, attraverso le esperienze dirette di importanti operatori italiani e di autorevoli consulenti sui diversi aspetti progettuali, realizzativi e gestionali, sarà fornito ai partecipanti un quadro esaustivo e completo su quello che rappresenta certamente il futuro della funeraria italiana. Il Corso sarà impreziosito dalla partecipazione di due autorevoli istituzioni accademiche, l’Università di Bologna e l’Università La Sapienza di Roma, e sarà propedeutico ad una ulteriore esperienza formativa proposta da EFI – Eccellenza Funeraria Italiana - che intenderebbe promuovere nel 2015 un Master strutturato, della durata di un intero anno accademico, sulla figura professionale del moderno imprenditore funerario.
Tanti altri appuntamenti vi saranno proposti: oltre ai moduli dedicati alla cerimonia, verranno avviati nuovi percorsi incentrati sulla qualità dei servizi funebri, sulla sicurezza, l’ambiente e il marketing per le imprese. E sarà dato il via anche ai Laboratori della mente e alle Giornate di Formazione Specialistica. Sul sito internet della Scuola, www.formazionefuneraria.it, troverete costantemente aggiornati il calendario e i programmi di tutte le iniziative.
 
Nara Stefanelli


Bergamo - Cedesi Forno Crematorio per Animali

Biemme Special Cars

Abbattitore Salme - Coccato e Mezzetti

Car Fibreglass

Rotastyle - L'arte del prezioso ricordo

STUDIO 3A - Risarcimento Assicurato SRL

GIESSE

Infortunistica Tossani

Alfero Merletti - Studio Legale

Scrigno del Cuore

Tanexpo