A MAURO FELICORI, PRESIDENTE DELL'ASCE

IL PREMIO FRANCESCO ARCANGELI 2004 DI ITALIA NOSTRA

Mauro Felicori, Presidente dell'Association of Significant Cemeteries in Europe, ha ricevuto dalla sezione di Bologna di Italia Nostra il PREMIO FRANCESCO ARCANGELI 2004 "per la felice intuizione di un consorzio europeo interattivo dei cimiteri storici e monumentali con sede Bologna, sulla base dell'esperienza acquisita con gli accurati piani di catalogazione informatica e restauro della Certosa da lui promossi".

La cerimonia si è svolta martedì 14 dicembre 2004 nell'Aula Ghigi del Dipartimento di Biologia dell'Università di Bologna. Questi premi sono stati istituiti da Italia Nostra circa vent'anni fa e ogni anno vengono assegnati a persone che si sono distinte per la loro attività di tutela e manutenzione dei beni culturali. Nelle passate edizioni i premi sono stati assegnati agli architetti Pierluigi Cervellati ed Enzo Zacchiroli, ai restauratori Ottorino Nonfarmale, Oscar Mischiati, Sara Franceschini e al Centro Cesare Gnudi; alla Cassa di Risparmio e alla Banca del Monte; agli studiosi Sir Denis Mahon, Ferdinando Tagliavini, Elena Gottarelli, Mario Fanti, Renato Barilli, Aldo Bergonzoni; agli ex Presidenti della Sezione Annamaria Matteucci e Federico Masè Dari; ai naturalisti Umberto Bagnaresi, Giorgio Celli, Ada Segre.

Mauro Felicori, laureato in Filosofia, è dirigente di area culturale e dal 1980 lavora per il Comune di Bologna. Fino al 1993 è stato responsabile di diversi servizi dell'amministrazione: Politiche per i giovani, Cultura, Rapporti con l'Università, Eurocities. Dal 1993 al 1999 è stato Capo di Gabinetto del Sindaco. Ha promosso e portato al successo la candidatura di Bologna a Città Europea della Cultura 2000, avviandone poi la pianificazione. È stato il coordinatore dei progetti di Bologna per il Giubileo e l'organizzatore dei servizi civici per il Congresso Eucaristico 1997 con la visita del Papa a Bologna. Dal 1999, come responsabile del Progetto Nuove Istituzioni per Comunicare la Città, ha elaborato e sta attuando il Progetto per la Certosa, nonché il progetto per il museo della Resistenza. Ha fondato e presiede l'Association of Significant Cemeteries in Europe e per questo il Comune ha ricevuto nel 2003 il Premio per la Comunicazione della Fondazione Corriere della Sera. Come coordinatore del progetto Scene, finanziato dalla Commissione Europea, ha realizzato la guida ai cimiteri d'Europa. Si occupa di applicazioni delle ict ai Beni Culturali, e in particolare della realizzazione con il cineca del Museo Virtuale della Certosa.

Nella stessa cerimonia è stato anche conferito il Premio Guido Bacchelli a Vittorio Boarini per avere condotto la Cineteca bolognese ad un elevato livello di prestigio internazionale e il Premio Stefano Bottari a Giovanni Pelagalli per la creazione del museo della radio, recentemente esposto al Vittoriale di Roma.

La premiazione è stata introdotta dal Prof. Andrea Emiliani con una conferenza sul tema "Bologna dei musei".

r.b.

A Mauro Felicori, amico ormai di vecchia data, le più fervide congratulazioni per il prestigioso riconoscimento ottenuto ed un pensiero di gratitudine per averlo idealmente voluto condividere con Oltre Magazine. Con l'auspicio di vivere insieme tanti altri momenti di grande soddisfazione che certamente andranno a gratificare il forte impegno culturale e professionale di Felicori e del gruppo che a lui fa riferimento.

Carmelo Pezzino

Coccato e Mezzetti

GIESSE

Infortunistica Tossani

Scrigno del Cuore

TANEXPO