IL POETA E LA MORTE DELLA MADRE

E il cuore quando d'un ultimo battito
Avrà fatto cadere il muro d'ombra
Per condurmi, Madre, sino al Signore
Come una volta mi darai la mano.

In ginocchio, decisa,
Sarai una statua davanti all'Eterno
Come già ti vedeva
Quando eri ancora in vita.

Alzerai tremante le vecchie braccia
Come quando spirasti
Dicendo: mio Dio, eccomi.

E solo quando m'avrà perdonato,
Ti verrà desiderio di guardarmi.

Ricorderai d'avermi atteso tanto
E avrai negli occhi un rapido sospiro.





Se leggiamo un certo numero di poesie di Giuseppe Ungaretti (1888/1970), percorrendo tutto il vastissimo arco della sua attività, riconosciamo nella sua personalità due poli d'attrazione: da una parte una condizione di turbamento che si esprime in una tensione forte alla trasgressione, dall'altra il mito dell'innocenza, l'idea di armonia, equilibrio, serenità.

Al secondo di questi poli possiamo ricondurre questa poesia, che Ungaretti scrisse nel 1930. La madre rappresenta qui appunto la condizione di innocenza; il lutto, la scomparsa di lei, portano il poeta a rivolgersi al futuro, a pensare alla sua propria morte. Solo allora, riunirsi a lei e immedesimarsi in quella condizione d'innocenza sarà possibile, le due cose saranno una sola.

Ma nella prospettiva esplicitamente religiosa che qui Ungaretti assume, un passaggio è necessario: il perdono, la cancellazione del Male. La madre intercederà per esso, ma non senza una sfumatura di severità nei confronti del figlio peccatore, che il poeta vuole evidentemente far percepire (cfr. i vv. 12-13), anche nella sobrietà estrema degli atteggiamenti (decisa, / Sarai una statua e il rapido sospiro conclusivo).

E forse l'assenza totale di sentimentalismo è la caratteristica più forte di questa poesia, dove il lutto non si ripiega sul passato, nella rievocazione degli affetti; dove il dolore, volutamente, non è espresso.
 
Franco Bergamasco

Bergamo - Cedesi Forno Crematorio per Animali

Biemme Special Cars

Abbattitore Salme - Coccato e Mezzetti

Car Fibreglass

Rotastyle - L'arte del prezioso ricordo

STUDIO 3A - Risarcimento Assicurato SRL

GIESSE

Infortunistica Tossani

Alfero Merletti - Studio Legale

Scrigno del Cuore

Tanexpo