Funéraire Paris 2011

Il più grande showroom d’Europa!

In programma a Parigi dal 17 al 19 novembre, vuole essere la vetrina delle nuove tendenze e delle innovazioni più recenti. Il nuovo corso promosso dagli Organizzatori che, dal 2009, sono subentrati alla precedente deludente gestione sta raccogliendo ottimi risultati facendo recuperare alla manifestazione d’Oltralpe gli antichi fasti e ricollocandola, come merita, fra quelle più significative del calendario internazionale. Cresce il numero degli espositori e diventa ancora più ampia la gamma di prodotti e di servizi rappresentati, ad integrare una offerta che si arricchirà ulteriormente grazie alle innovative proposte sviluppate da aziende inseritesi negli ultimi anni sul mercato funerario e cimiteriale.
Oltre che sui tradizionali prodotti di punta, l’attenzione sarà focalizzata sulle nuove tendenze di design e sullo sviluppo sostenibile. Le preoccupazioni ambientali sono sempre più al centro delle problematiche del comparto funerario e la eco-sostenibilità diventa un criterio di scelta e un argomento di vendita: non si tratta di un fenomeno temporaneo, legato alla moda di un momento, ma di una presa di coscienza globale che spinge gli operatori a cercare prodotti che abbiano un impatto ambientale limitato. È una preoccupazione che investe tutte le filiere, dagli autoveicoli alle imbottiture, dai cofani funebri ai prodotti per la tanatoprassi: Funéraire Paris 2011 si propone come la vetrina di tutte le novità in materia di esequie ecologiche! Ricorderemo fra queste le imbottiture in fibre naturali biodegradabili, i carri funebri ad alimentazione elettrica, che coniugano semplicità e silenziosità sui percorsi brevi, le urne cinerarie di molti produttori che, oltre alla gradevolezza estetica, fondano il proprio lavoro esclusivamente sulla biodegradabilità. Saranno più di cinquanta gli espositori che proporranno urne cinerarie rendendo di fatto il salone francese la più grande rassegna internazionale per un prodotto che, dai modelli più classici a quelli più all’avanguardia e personalizzabili, risponde adeguatamente, attraverso l’operato di grandi industrie e di piccole sapienze artigianali, alla sempre maggiore incidenza a livello europeo della cremazione, processo da cui derivano anche materiali di scarto e metalli per la cui eliminazione due aziende proporranno soluzioni di riciclaggio.

In grande evidenza a Parigi le nuove tendenze di design per cofani funebri ed urne cinerarie: linee epurate, forme e materiali innovativi, colori atipici che, fino a pochi anni fa, sarebbero stati inconcepibili. Merito del coinvolgimento di grandi designer di fama mondiale che si sono applicati con successo a questi oggetti simbolo. Fra i protagonisti vi sarà certamente la danese “linea Diamante” che, frutto della creatività di Jacob Jensen Design, ha recentemente ottenuto il prestigioso premio “Reddot design award”.
Nuove forme e nuove tecnologie anche per le auto funebri il cui acquisto pone agli operatori una serie di interrogativi: preferire un veicolo tipo furgone o optare per una limousine? Quali sono le funzionalità da privilegiare? Acquistare o stipulare un contratto di leasing? Un veicolo nuovo o uno d’occasione? Tutte domande che richiedono un incontro con i professionisti, ma anche la possibilità di provare i veicoli per testarne la maneggevolezza, la precisione nella guida, il comfort. Per tali motivi Funéraire Paris 2011 proporrà un centro di prova per i veicoli funebri: nei tre giorni del salone, sarà possibile valutare personalmente una decina di modelli in uno spazio esterno allestito vicino alla Hall 2 del Parco delle Esposizioni di Le Bourget.


Molto nutrito anche il programma collaterale nel quale spiccano due convegni, incentrati sulle moderne tendenze relative a prodotti e servizi funerari e sulle nuove forme di ritualità richieste dalla società contemporanea, e la seconda edizione del concorso sul “ricordo cinerario”, aperto da quest’anno a tutti i paesi europei e diviso in tre categorie: “colombari”, “monumenti cinerari” e
“giardini del ricordo”.Tantissime novità ed occasioni, quindi, ed una significativa presenza italiana fra gli espositori e fra i visitatori che, come sempre, giungeranno dal Bel Paese non solo per aggiornarsi professionalmente, ma anche per vivere le emozioni, le suggestioni e il fascino che la Ville Lumière mai manca di suscitare.

 
Nara Stefanelli


Bergamo - Cedesi Forno Crematorio per Animali

Biemme Special Cars

Abbattitore Salme - Coccato e Mezzetti

Car Fibreglass

Rotastyle - L'arte del prezioso ricordo

STUDIO 3A - Risarcimento Assicurato SRL

GIESSE

Infortunistica Tossani

Alfero Merletti - Studio Legale

Scrigno del Cuore

Tanexpo