facultatieve technologies

Garantire la continuità dei servizi

"Le attività di un crematorio non possono essere interrotte"

È di questi giorni la notizia che il crematorio di Lugano sarà dotato di un impianto nuovo e moderno. Gli elevati costi di manutenzione e i frequenti problemi di gestione hanno indotto la direzione del crematorio a sostituire l'impianto esistente, sebbene fosse stato acquistato soltanto sette anni fa. Facultatieve Technologies si è aggiudicata il contratto di fornitura per il nuovo impianto. Franco Kessel è il direttore del crematorio.

"La storia del crematorio di Lugano risale a quasi cento anni fa. Nel 1906, un gruppo di liberi pensatori fondò l'Associazione Ticinese di Cremazione che si proponeva di fornire servizi di cremazione, fino a quel momento vietati nel territorio del Canton Ticino. Dopo anni di polemiche politiche tra i fautori e i detrattori della cremazione, e persino dopo un referendum, nel 1913 l'Associazione ha raggiunto il proprio obiettivo. In quell'anno, infatti, è stato dato il via alla costruzione del crematorio e nel 1916 la struttura è entrata in funzione. Attualmente l'impianto gestisce 1000/1100 cremazioni all'anno, ma questo numero è destinato ad aumentare".

 

I tre forni attuali e l'impianto di filtrazione sono stati costruiti nel 1998.

"È stata una scelta infelice. Il sistema era soggetto a frequenti guasti. Pertanto, eravamo spesso costretti a chiudere temporaneamente il crematorio. Anche durante i normali interventi di manutenzione, era necessario mettere fuori servizio l'intera struttura. L'impianto di filtrazione di cui ci avvaliamo attualmente è un cosiddetto "wet scrubber" (abbattitore a umido). In questa tecnica, che utilizza un filtro a umido, abbiamo individuato la causa di molti guasti. I costi delle riparazioni al nostro sistema operativo e di controllo e la manutenzione dell'impianto stavano crescendo drammaticamente. E quel che più conta è che, in definitiva, le vittime dei nostri problemi di gestione sono stati i parenti che, all'improvviso, hanno spesso dovuto cercare un altro crematorio in zona non essendo noi in grado di garantire il servizio".

Da qui la decisione di provvedere ad un nuovo impianto moderno ed affidabile.

"Abbiamo esaminato e confrontato dettagliatamente i progetti di quattro diverse società. Alla fine la nostra scelta è ricaduta su Facultatieve Technologies. È una azienda che vanta molti anni di esperienza nella costruzione e nell'installazione di forni crematori e che ha notevole competenza nel campo delle tecnologie di filtrazione. Fornisce prodotti moderni e affidabili che vengono utilizzati in tutto il mondo. Abbiamo sottoscritto un contratto per l'acquisto di due forni FT II, un sistema di filtrazione a secco Flue Gas, un frantumatore ad alta velocità e una cabina di trasferimento ceneri. I nostri attuali tre forni sono stati costruiti in America. Non sono in grado di gestire quotidianamente un elevato numero di cremazioni. Ed è per questa ragione che abbiamo optato per impianti con un tempo di cremazione decisamente inferiore che ci consentiranno di smaltire un numero maggiore di cremazioni e di soddisfare senza difficoltà le norme in materia di emissioni nonché la legislazione sulla salute e la sicurezza sul posto di lavoro. E tutto ciò con un forno in meno".

 

Lo splendido edificio che ospita il crematorio, posto al centro del cimitero, è ormai classificato come monumento.

"Nel momento di scegliere i nuovi impianti abbiamo dovuto tenere conto anche di questo aspetto. Dopo tutto, non vi erano possibilità di ampliare la struttura. Alla fine, abbiamo deciso di far costruire parte dell'impianto nel sottotetto. Facultatieve Technologies ha compreso prontamente le nostre idee e ci ha consigliato come realizzare il progetto senza alcun cambiamento dal punto di vista architettonico. Anche prima della firma del contratto. L'impianto attuale verrà sostituito dal nuovo a partire da metà novembre. Il processo si svolgerà a fasi così da consentire la continuità dei servizi forniti dal crematorio".

Facultatieve Technologies vi ha garantito il modello per la durata di venti anni.

"È un elemento che ci convince ulteriormente della serietà del prodotto che abbiamo scelto. Di Facultatieve Technologies, inoltre, ci interessa il fatto che lavorano in tutto e per tutto in autonomia: dalla progettazione alla fabbricazione delle apparecchiature. E questo ci trasmette una sensazione di sicurezza. È una azienda che sa il fatto suo. La società fa parte del Facultatieve Group, un gruppo internazionale che gestisce direttamente anche diversi crematori. Sanno, quindi, che per un crematorio la continuità dei servizi è un aspetto fondamentale. Anche l'assistenza clienti è molto ben organizzata. È in grado di verificare la natura di un possibile guasto da un'altra ubicazione mediante un modem, e in alcuni casi di ripararlo a distanza. E qualora si rendesse necessario un intervento sul posto, hanno filiali ovunque che garantiscono una azione efficace in brevissimo tempo. L'insieme di questi aspetti ci consentirà di risparmiare parecchio tempo. E così riusciremo a garantire la continuità dei nostri servizi".

 
Sara Martini

Bergamo - Cedesi Forno Crematorio per Animali

Biemme Special Cars

Abbattitore Salme - Coccato e Mezzetti

Car Fibreglass

Rotastyle - L'arte del prezioso ricordo

STUDIO 3A - Risarcimento Assicurato SRL

GIESSE

Infortunistica Tossani

Alfero Merletti - Studio Legale

Scrigno del Cuore

Tanexpo