Freccia, uno dei più bei funerali del borgo

“La banda suonò Can’t stop falling in love, il pezzo con cui Elvis chiudeva i suoi concerti”

Non sono molti in Italia i funerali in cui vengono suonati brani di musica leggera, anche se la tendenza sta aumentando. Forse perché insolita, la scelta musicale per il funerale di Freccia nel film Radiofreccia del 1998 deve essere sembrato così bello al protagonista: chiudere il proprio passaggio sulla terra con le stesse note con cui Elvis Presley, il Re, chiudeva i propri concerti. Un finale strappalacrime, carico di emozioni. La musica tocca spesso le corde come le parole non riescono a fare e racconta anche qualcosa di chi l’ha scelta o di colui per cui è stata scelta. È probabile che oggi sia più naturale scegliere tra il repertorio di musica leggera per ricordare il proprio caro, piuttosto che tra quello classico. Non è certamente una regola, ma è indubbio che la musica leggera sia più diffusa di quella classica.
Per questo motivo in Gran Bretagna, terra madre del rock, da diversi anni vengono stilate le classifiche delle canzoni più suonate ai funerali. A renderla nota è la più importante impresa funebre inglese, la Co-operative Funeralcare, che la ha elaborata sulla base della gestione di circa trentamila funerali all’anno. In classifica si trovano molti dei cosiddetti “evergreen”, quali Over The Rainbow di Eva Cassidy, Unforgettable di Nat King Cole o la celeberrima My Way di Frank Sinatra che tiene saldamente il primo posto, incontrastata rispetto alla precedente classifica disponibile risalente al 2009. Confrontando infatti la classifica 2012 con quella precedente non sono molte le new entry, segno che i grandi classici della musica leggera la fanno da padrone nella celebrazione dei funerali e che la preferita in assoluto era e resta My Way. Tuttavia vi è qualche novità: We’ll meet again di Vera Lynn, ad esempio, non era presente nella classifica 2009 nonostante non possa essere considerata una novità, visto che si tratta di un brano del 1939 dedicato ai soldati in partenza per la Seconda Guerra Mondiale. Una canzone più recente come Angels di Robbie Williams invece era già presente a metà  classifica del 2009 e conferma, perdendo solo una posizione nel 2012, il suo grado di apprezzamento nella celebrazione delle cerimonie funebri. Nella parte alta della classifica è presente anche un po’ d’Italia con la versione inglese di Con te partirò, con il titolo Time to Say Goodbye, interpretata da Sarah Brightman e Andrea Bocelli. Un successo planetario che evidentemente riesce a toccare i cuori di tutto il mondo, soprattutto in momenti particolari come quello della perdita di una persona cara.

Non esiste una classifica italiana dei brani più suonati nelle cerimonie funebri. Potremmo forse stilarne una qui, provando a immaginare una raccolta di canzoni rappresentative del nostro Paese. Non potrebbero certo mancare i grandi classici e probabilmente Volare di Domenico Modugno sarebbe il corrispettivo di My Way nei paesi anglosassoni, con in più una nota di speranza. Per gli irriverenti, invece, potrebbe essere scelta Il testamento di Fabrizio De Andrè, per tutto coloro che non se ne vanno in pace. I nostalgici di destra e di sinistra potrebbero rispolverare Faccetta nera o Bandiera Rossa, ma su questo il parroco potrebbe avere qualcosa da obiettare. Infine le più belle canzoni d’amore che la nostra tradizione musicale abbia partorito e, perché no, qualche classico della musica dialettale, che tanta influenza e tanto pubblico ha ancora nel nostro Paese. Questa potrebbe essere una classifica, ce ne saranno sicuramente altre e magari qualche impresario ha già pensato a farne una sulla base della propria esperienza. Sarebbe interessante sapere quali sono le canzoni che più ci rappresentano in un momento così importante, quelle che vorremmo che fossero suonate al nostro funerale o quelle che sceglieremmo o abbiamo scelto per i nostri cari. Potremmo addirittura scoprire che la musica leggera in certe situazioni non ci piace per niente e che siamo ancora legati a quella classica o magari alla lirica.
 
Sara Sacco

Classifica di Co-operative Funeralcare, musica leggera 2012
  1. My Way, Frank Sinatra
  2. Time to Say Goodbye, Sara Brightman e Andrea Bocelli
  3. Wind Beneath My Wings, Bette Midler
  4. Over The Rainbow, Eva Cassidy
  5. Angels, Robbie Williams
  6. You Raise Me Up, Westlife/Boyzone/Josh Grobin
  7. You’ll Never Walk Alone, Gerry and The Pacemakers
  8. We’ll meet again, Vera Lynn
  9. My Heart Will Go On, Celine Dion
  10. Unforgettable, Nat King Cole

Bergamo - Cedesi Forno Crematorio per Animali

Biemme Special Cars

Abbattitore Salme - Coccato e Mezzetti

Car Fibreglass

Rotastyle - L'arte del prezioso ricordo

STUDIO 3A - Risarcimento Assicurato SRL

GIESSE

Infortunistica Tossani

Alfero Merletti - Studio Legale

Scrigno del Cuore

Tanexpo