Mount Auburn, a Boston

il primo cimitero-parco d'America

Boston, situata sulla magnifica baia Massachusetts, è la più grande città dell'intera regione New England, a nord-est degli Stati Uniti. Il merito del continuo rinnovamento della città sicuramente va agli oltre centomila studenti dei college, provenienti da ogni angolo del paese. Si tratta di una delle città più antiche degli Stati Uniti, in prima linea nella lotta per l'indipendenza dall'Inghilterra, con istituzioni culturali ed economiche che hanno davvero influenzato la vita di tutto il paese e che la influenzano ancora oggi; basti pensare alla popolazione, composta da etnie estremamente differenti in cui convivono, in particolare, irlandesi, portoghesi, afroamericani, asiatici ed ispanici.

A qualche miglio dalla città, situato tra Watertown e Cambridge, si trova Mount Auburn, il primo cimitero-parco d'America. Fondato nel 1831 da Jacob Bigelow e Joseph Story è stato il primo cimitero progettato su larga scala (175 acri) secondo l'influenza dei giardini inglesi del tardo diciottesimo secolo. Il progetto urbanistico di Mount Auburn è riuscito a mantenere ancora oggi quell'area di rispetto e di verde, oltre la caotica vita urbana. I fondatori hanno creduto che seppellire i morti a Mount Auburn dovesse significare assegnare ad essi "un luogo di vita" adatto alla commemorazione, alla riflessione

e alla ispirazione. Il risultato è testimoniato da un luogo di pace, in cui silenzio, arte e natura si mescolano all'acqua, agli alberi, ai monumenti e alle cappelle ornamentali, in cui risiedono le spoglie di illustri personaggi come l'architetto Charles Bulfinch (1763?-1844), l'artista Charles Dana Gibson (1867?-1944), la poetessa Amy Lowell (1874-1925), il giornalista e guida ai diritti civili St. Pierre Ruffin (1842-1924), tanto per citarne alcuni.

La grande varietà degli elementi rende il cimitero il luogo ideale per studiare la storia in armonia con la terra. La natura rigogliosa, le dimensioni e il profumo di muschio fanno di Mount Auburn un angolo speciale a qualche miglio da Harvard. Arbusti, cespugli, piante fiorite, laghetti, dolci colline ed una varietà di uccelli sia residenti che migratori. Curiosamente nel 1990 è stato realizzato un inventario che ha registrato 3994 alberi, molti dei quali sono oggi contrassegnati dal proprio nome scientifico. Una vera e propria collezione che comprende oltre 300 specie. Oggi, la bellezza di Mount Auburn, le associazioni storiche ad esso collegate e le collezioni orticole sono internazionalmente riconosciute.

In realtà non si tratta di proprietà pubblica né di parco pubblico (nonostante il concetto d'ispirazione sia stato copiato ampiamente nella progettazione e nella successiva istituzione dei parchi pubblici d'America). Il cimitero-parco, iscritto nel Registro Nazionale dei Luoghi Storici, appartiene ai "Proprietari del Cimitero Mount Auburn", una associazione no-profit costituita nel 1835 attraverso una legge speciale promossa dalla Corte Generale del Commonwealth del Massachusetts.

Si tratta di una organizzazione caritatevole senza scopo di lucro. Di fatto "gli amici del cimitero" promuovono costantemente l'apprezzamento e la conservazione di Mount Auburn con differenti iniziative quali conferenze, camminate e seminari pubblici.

Il cimitero conserva l'originale proposito di offrire al visitatore una variante del giardino inglese e del suo contesto filosofico, divenendo luogo di visita, di meditazione e di passeggiata. Si potrebbe parlare di un vero e proprio museo all'aperto, nel quale rifugiarsi per ricordare, raccogliersi, pregare o piangere.

Tra le tombe scultoree più interessanti ricordiamo, in stile egiziano, "The Sphinx" (La Sfinge) commissionata nel 1872 da Jacob Bigelow, dopo la Guerra Civile, per commemorare la difesa dell'Unione e l'abolizione della schiavitù africana. Interpretando le istruzioni del committente, lo scultore Martin Milmore nella sfinge mette insieme la forza del leone con la bellezza e la benevolenza femminile, aggiungendo un'aquila sulla fronte della donna ed una ninfea americana alla base.

Non lontana dalla Sfinge si trova la "Bigelow Chapel" (Cappella Bigelow), in stile neo-gotico, che risale al 1840, attualmente contenitore del crematorio ad essa adiacente. Si deve infatti ricordare che proprio a Mount Auburn è stato istituito il primo crematorio del New England, nel 1897. La prima cremazione risale di fatto al 18 aprile 1900.

 
Maria Angela Gelati

Bergamo - Cedesi Forno Crematorio per Animali

Biemme Special Cars

Abbattitore Salme - Coccato e Mezzetti

Car Fibreglass

Rotastyle - L'arte del prezioso ricordo

STUDIO 3A - Risarcimento Assicurato SRL

GIESSE

Infortunistica Tossani

Alfero Merletti - Studio Legale

Scrigno del Cuore

Tanexpo