Oltre Magazine

Fiere

N. 3 - Marzo 2005 -> News aziende

UN INNOVATIVO SISTEMA FOTOVOLTAICO

ENERGIA SOLARE PER L'ILLUMINAZIONE CIMITERIALE

La FOTOELETTRONICA, azienda di Baronissi, in provincia di Salerno, propone interessanti applicazioni originate da un lungo lavoro di ricerca e di sperimentazione. Con risultati sorprendenti per autonomia, economicità, rispetto per l'ambiente.

In occasione di KOINÈ, la rassegna internazionale di arredi, oggetti liturgici e componenti per l'edilizia di culto in programma a Vicenza dal 16 al 19 aprile, verrà presentata una serie di nuovi prodotti ad energia solare per l'illuminazione cimiteriale: lampade votive, candele e sistemi integrati per l'illuminazione delle cappelle e dei colombari. Sono soluzioni progettate e prodotte da FOTOELETTRONICA, un'azienda presente da vent'anni nel settore fotovoltaico, specializzata in pannelli solari di dimensioni e forme particolari, inglobati in materiale plastico e adatti specialmente per piccole potenze. Negli ultimi tre anni FOTOELETTRONICA, il cui lungo e meticoloso lavoro di ricerca ha portato alla creazione di apparecchiature illuminotecniche d'avanguardia, si è fortemente concentrata sul settore cimiteriale, producendo componentistica per lampade votive ad energia solare molto apprezzate soprattutto sui mercati esteri.

"Il crescente successo dei prodotti da noi forniti come terzisti - afferma Walter Gualtieri, responsabile tecnico dell'azienda - ci ha spinti ad impegnarci in prima persona nella produzione, con soluzioni che consentono di realizzare in modo finalmente affidabile la solarizzazione dei cimiteri, con indubbi benefici a vantaggio dell'ambiente, degli utenti e degli stessi gestori dei servizi di illuminazione. Con una sola carica di luce solare assicuriamo l'illuminazione delle lampade, delle candele e di cappelle e colombari per 24 ore su 24 e per 30 giorni di autonomia, utilizzando led che emettono una luce, fissa o tremolante, del tutto simile a quella di un lumino o di una candela naturale. Le candele e le lampade sono alimentate da un micro pannello in materiale plastico - incorporato nel portalampada - connesso a due normali pile stilo ricaricabili e sono immediatamente funzionanti e installabili a terra o a muro, con fori o silicone. Nel caso dei colombari e delle cappelle, invece, il pannello è collocato, senza alcun impatto estetico negativo, all'esterno dell'edificio e cablato alle lampade installate sui singoli loculi. I micropannelli di progettazione e produzione FOTOELETTRONICA hanno tensione di circa 6 V e corrente da 11 a 150/200 mA. Le dimensioni variano da mm. 35 x 35 a mm. 60 x 70. La corrente consumata dal led è di 1 mA alla tensione di V 2,4. L'effetto luminoso viene amplificato da una cuspide fibroottica. Molta attenzione è stata dedicata, infine, al design, con lampade e candele espressamente studiate per il settore e conformi ai suoi canoni estetici. E poi, particolare importantissimo, tutti i nostri prodotti sono garantiti dieci anni".

ROBERTA BALBONI

Nino Leanza
1950-2014

Conference Service ha perso il suo visionario fondatore e il mondo imprenditoriale ha perso un combattente.

Chi lo ha conosciuto ha perso un amico, una fonte d’ispirazione e un trascinatore.

Nino ci lascia il coraggio di affrontare la vita e di guardare avanti, perché c’è sempre un nuovo progetto da pensare, creare e realizzare.

Ciao Papà
Sara e Alberto
Scrigno del Cuore
© 2001-2012 OLTRE MAGAZINE
Conference Service srl - P.IVA 03134010374
"AVVISO - Ai sensi dell'art.1, comma 1 del decreto-legge 22 marzo 2004 n.72, come modificato dalla legge di conversione 21 maggio 2004 n.128. Le opere presenti su questo sito hanno assolto gli obblighi derivanti dalla normativa sul diritto d'autore e sui diritti connessi. La riproduzione, la comunicazione al pubblico, la messa a disposizione del pubblico, il noleggio e il prestito, la pubblica esecuzione e la diffusione senza l'autorizzazione del titolare dei diritti è vietata. Alle violazioni si applicano le sanzioni previste dagli artt. 171, 171-bis, 171-ter, 174-bis e 174-ter della legge 633/1941"